Intervento tra memoria e futuro: Castra Maiora

 

Casalmaggiore fu fondata in epoca romana con il nome di Castra Maiora. Il progetto prende l’antico nome latino come simbolo delle migliori tradizioni costruttive locali, consolidate nella storia del territorio.

Tra il 2008-2009 abbiamo partecipato alla stesura di un piano di recupero, che prevedeva la demolizione delle strutture esistenti e la successiva creazione di un unico edificio di più di dieci appartamenti di diverse dimensioni, era una innovativa operazione ideata dall’Immobiliare Cittadella che avrebbe seguito i criteri della certificazione Leed per la ristrutturazione del nuovo immobile situato al civico 58 di via Cairoli, a Casalmaggiore. Questo progetto dimostrava tangibilmente l’applicabilità del sistema Leed anche al restauro di case tradizionali e dei centri storici: una innovazione per l’Italia, nonostante non fosse una lottizzazione di spropositate dimensioni, sarebbe potuto diventare un esempio per tutte quelle quelle realtà Italiane di “nicchia” come i centri storici.

Lo standard di certificazione energetica e ambientale Leed ha l’obbiettivo fornire a ciascuna costruzione il proprio manuale d’uso. E’ stato sviluppato dall’associazione americana Green Building Council e valuta l’intera sostenibilità del progetto: l’aspetto economico, ambientale e di confort. E’ interessante sapere che è la combinazione di tutti i parametri a garantire il massimo della performance, e si posso distinguere in: 1) Insediamenti sostenibili, riduzione dei rifiuti    2) Consumo efficiente di acqua    3) Energia ed atmosfera, che utilizza energia rinnovabile    4) Materiali e risorse, che utilizza materiali naturali rinnovabili e locali    5) Qualità degli ambienti Indoor, nella progettazione degli spazi   6) Progettazione ed innovazione, che utilizza le innovazioni e le tecnologie costruttive migliori.

Castra Maiora: un progetto tra memoria e futuro.

Localizzazione
Casalmaggiore

Competenze dello studio
Non ancora realizzato